venerdì 19 febbraio 2016

Crema pasticcera

Inauguriamo la rubrica "Le basi della pasticceria" con la crema delle creme. 

La crema per eccellenza nella pasticceria italiana è senza dubbio questa. Composta da uova, zucchero, latte e aromi, può essere addensata con farina o amidi. Può essere servita al cucchiaio, ma il uso più comune è quello di farcitura per torte o pasticcini. Un errore comune è quello di credere che aggiungendole della panna montata si formi la crema chantilly (come la chiamiamo in Italia), mentre nella tradizione francese, quest'ultima è la semplice panna montata zuccherata. La massa che si ottiene mescolando panna e crema pasticcera si chiama, più correttamente, crema diplomatica. 
Può essere aromatizzata in molti modi, quello più diffuso è aggiungere delle scorze di limone o qualche seme di vaniglia. 





INGREDIENTI:
4 tuorli
70 gr zucchero
40 gr fecola
480 ml latte intero
TI POTREBBE SERVIRE:




PROCEDIMENTO:

1. Versare in un pentolino il latte, nel mentre mescolare in una ciotola zucchero e tuorli e poi la fecola;
2. Non appena il latte sta per bollire spegnere la fiamma e versare 1/3 del latte nella ciotola con i tuorli e lo zucchero. Mescolare;
3. Versare il contenuto della ciotola nel pentolino con il restante latte, mescolare e riporre sul fuoco;
4. Lasciare addensare. Togliere dal fuoco ed aggiungere il burro.
5. Per conservarla nel modo corretto, ricoprire con la pellicola trasparente direttamente a contatto con la crema. 
6. Bisognerebbe abbattere la crema con l'abbattitore, ma non è un elettrodomestico casalingo, quindi il miglior modo è quello di riporre il pentolino caldo su di una ciotola piena di acqua e ghiaccio. In questo modo, la temperatura scenderà drasticamente, evitando la formazione di batteri, ed una volta fredda potrà essere riposta in frigo.

Nessun commento:

Posta un commento